Il potere nascosto dei Mandala

Pubblicato il Lascia un commento
mandala di sabbia nel sahara

il potere nascosto dei mandala usati nelle antiche tradizioni di tutto il mondo per lavorare nella psiche. 

Ecco gli effetti dei Mandala e di ciò che Jung ha scoperto.

“Ogni cosa che fa il Potere del Mondo è fatta in cerchio. La volta del cielo è rotonda, e ho sentito che la terra è rotonda come una palla, e così sono tutte le stelle. Il vento, al massimo del suo potere, gira vorticosamente. Gli uccelli fanno il nido in forma circolare perché la loro è la nostra stessa religione. Il sole sale e scende lungo il cerchio. La Luna fa lo stesso ed entrambi sono rotondi. Anche le stagioni formano un grande cerchio nel loro trasmutare e sempre ritornano laddove furono. La vita di ogni uomo è un cerchio dalla fanciullezza alla fanciullezza e così è ogni cosa ove si muove il potere.”

Alce Nero, sciamano della famiglia Lakota Sioux in Nord America

La parola Mandala derivata dal sanscrito indiano (्डल) e significa cerchio “Non c’è nessun disegno simbolico nel mondo universale come il Mandala, appare in tutte le culture e in tempi diversi, dal Tibet lamaista al tantrico. . Induismo, Buddhismo Vajrayana tibetano, gli indiani Navajo e sud-ovest dell’America. IlMandala più antico conosciuto fino ad oggi è un paleolitica “ruota solare” scoperto in sud Africa. In natura si possono anche trovare forme di mandala in frutti, in pietre, nei fiori, gli alberi, il cielo. I mandala sono “vissuti” oltre a essere progettati, e si possono trovare alcuni esempi in India con il ballo del Mandala, tra gli indiani Navajo, la guarigione si pratica dove la persona si trova in centro. 

“da un cerchio disegnato sul terreno, mentre inOccidente, l’idea del centro e il cerchio di protezione si trova in numerose danze popolari e la Circolo infantile di bambini “

spiega lo psicologo clinico Marco Turi.

Jung e i mandala

Carl Gustav Jung, un famoso psicoanalista svizzero, ha studiato il Mandala per più di 20 anni e ha scritto quattro saggi sull’argomento. Per capire l’interpretazione mandalica di Jung è necessario fare riferimento ai concetti di archetipo collettivo inconscio. Infatti, la coscienza umana è anche la sede del collettivo costituito da archetipi oltre a contenere un individuo inconsapevole. Gli archetipi hanno tre caratteristiche peculiari: sono universali, sono impersonali e sono ereditari. La presenza degli archetipi del mandala è ricorrente, ad esempio, nei sogni, nei quali spesso si sognano cose che non possono essere dedotte dall’esperienza personale del sognatore.

Per Jung, i “Mandala sono uno dei migliori esempi di funzionamento di un archetipo universale”, che è l’azione dei temi dominanti e modelli presenti nell’inconscio collettivo di tutti e continua:


“Il Mandala rappresenta uno schema ordinatore che in certa misura si sovraimpone al caos psichico, così che l’insieme che si sta componendo viene tenuto insieme per mezzo del cerchio che aiuta e protegge.
Ogni mattina schizzavo in un taccuino un piccolo disegno circolare unMandala che sembrava corrispondere alla mia condizione intima di quelperiodo. Solo un po’ per volta scoprii che cosa è veramente il Mandala: il Sè, la personalità nella sua interezza, che  èarmoniosa se tutto va bene.”

Carl Gustav Jung

Durante i periodi di tensione psichica, i mandala possono apparire spontaneamente in sogno per portare o indicare la possibilità di un ordine interno e dare espressione e forma a qualcosa che non esistea ncora, qualcosa di nuovo e unico. Il simbolo del mandala, allora, non è solo una forma di espressione affascinante, ma agendo a ritroso, esercita anche un’azione sul progettista o su chi in effetti lo colora perché il mandala, questo simbolo ha un antico effetto magico: l’immagine è concepita per disegnare una scanalatura magica, una barriera protettiva che però non rinchiude lo spirito anzi lo sviluppa verso l’esterno intorno alla persona, allo spirito che ne è il centro simbolico, un sito sacro della personalità più raccolta, più intima e più sacra, un cerchio sacro e protettivo che impedisce”dispersione” e protegge dai problemi provocati dall’esterno.

In quasi tutte le filosofie orientali, come mezzo per la meditazione è utilizzato il “Mandala” e, attraverso la costruzione, il disegno semplicemente colorandolo, l’uomo rilascia lo spirito, purifica l’anima e comunica con tutte le forze positive nel cosmo.

Crea e colora un mandala.

La forma più potente di terapia è creare il tuo mandala. Mandala non è solo costituito dalle figure circolari  figure circolari, ma anche forme concentriche come quadrati e triangoli. La cosa importante è che le caratteristiche principali rimangono: un centro da cui emanare l’energia e una proiezione nello spazio-tempo.

I Monaci Tibetani fanno mandala tradizionali con migliaia di granelli di sabbia colorata e una volta finito il lavoro, distruggono il mandala per ricordare che nulla al mondo dura per sempre e per rilasciare tutta l’energia positiva con la quale meditando hanno caricato il mandala

Se la creazione di mandala di sabbia colorata come fantastiche opere di Monaci Tibetani non è alla nostra portata, sei in grado di disegnare e colorarne uno o comprare un album di mandala da colorare, sederti, respirare e prendere del tempo per rilassare lo spirito

Puoi avere adesso 25 mandala e cominciare subito la tua meditazione

25 mandala da colorare pronti per te, li scarichi, li stampi, e non devi preoccuparti se sbagli qualcosa… puoi stamparlo tutte le volte che vuoi !!!

il Dalai Lama presiede la nascita di un mandala di sabbia

Pubblicato il Lascia un commento
dalai_lama mandala di sabbia

Il Dalai Lama e i mandala di sabbia

I Mandala di Sabbia che in tibetano vengono chiamate “Dul-tson-kyil-khor” sono giustamente considerate una delle tradizioni esteticamente più belle del Buddismo Tantrico.
“Dul-tson-kyil-khor” in tibetano significa Mandala creato con le polveri colorate e il meraviglioso disegno colorato che i Monaci creano non è altro che il mezzo, un metodo che usano per meditare.
Il Mandala di Sabbia viene creato con ore e ore di preghiere, pazienza e meditazione ma alla fine, l’ultimo atto della creazione di questo Mandala di Sabbia rappresenta un’altra delle verità del pensiero Buddista.

La parola Mandala (sanscrito maṇḍala (मण्डल)) definisce un rituale spirituale, e rappresenta la forma dell’universo Buddista, la struttura di base è un cerchio che contiene l’universo, all’interno del cerchio c’è la definizione di un palazzo che contiene tutto quello che esiste diviso in varie parti, quello che è conosciuto, quello che non è conosciuto, quello che non potrà mai essere conosciuto e così via.
Il palazzo del cosmo è di forma quadrata e in ogni lato presenta delle porte dalle quali l’adepto può entrare o uscire; infatti la rappresentazione di questo universo ha anche una funzione che potrei definire didattica, contiene dei percorsi di crescita personale per dire all’occidentale. In verità sono conoscenze iniziatiche che educano l’adepto che passa dal concepire il Mandala di Sabbia solo come un bellissimo disegno con la sabbia, al capire l’importanza della sua fabbricazione fino ad arrivare a meditare il Mandala stesso, a sentirlo.

Il Mandala di Sabbia e la sua costruzione lenta e meditata, non permette errori, la sabbia è quasi impossibile da togliere dal disegno senza rovinare anche i colori circostanti (e questo è un’altro insegnamento).
Il Mandala esige un’attenzione assoluta, un movimento senza intenzione cosciente dove la mano sa cosa deve fare senza chiedere continuamente il permesso al cervello, in questo modo non ci sono errori e si verifica l’Azione… senza azione tanto cara anche al Buddismo Zen.

Cosa significa oggi il Mandala di Sabbia?,

Oggi il Mandala ha ancora lo stesso significato, il Mandala da colorare è una semplificazione per rendere alla portata di tutti un procedimento molto antico e profondo; un aiuto reale per focalizzare la tua attenzione attraverso il semplice atto di colorare un disegno.

La concentrazione che metti nel colorare un Mandala ti distacca dai tuoi problemi, ti prendi una pausa per te stessa, ti regali del tempo utile e mentre i tuoi pensieri i tuoi problemi ti lasciano in pace e se ne stanno zitti per un po’, sentirai affiorare delle sensazioni più profonde.

dalai_lama mandala di sabbia
dalai_lama mandala di sabbia

Probabilmente il filmato è riferito alla prima volta che la costruzione e l’atto finale del Mandala di Sabbia veniva mostrato in occidente.
Il 14esimo Dalai Lama ha permesso questa cerimonia come un aiuto alla vita e alla crescita di tutti gli esseri viventi che ne venivano a contatto, era il 1988.
Il Mandala scelto era il Kalachakra Mandala, costruito in sabbia dai Monaci Namgyal di Dharamsala, India, presso il Museo di Storia Naturale di New York City.

Mandala di Sabbia, quale sabbia?

Anticamente la sabbia veniva raccolta e i colori erano di tipo minerale quindi pietre preziose o semi preziose venivano polverizzate per ottenere il colore adatto, Lapislazzuli per gli azzurri ad esempio.
Oggi è più semplice, ci sono i coloranti che provvedono a colorare la sabbia bianca per ottenere qualsiasi colore

Mandala di Sabbia, quali strumenti?

Per disegnare con la sabbia vengono usati diversi strumenti, il più particolare è un imbuto metallico chiamato “chakpur” la parte finale del cono ha diverse dimensioni a seconda della grandezza del tratto che si vuole disegnare, per le linee più sottili il cono permette il passaggio di pochi granelli di sabbia alla volta.
Lo “chakpur” presenta dei rilievi nella parte superiore, grattando con uno strumento di legno si provocano le vibrazioni per far scendere la sabbia poco alla volta.
Niente è lasciato al caso e anche questo movimento oltre a far cadere la sabbia sul Mandala produce un rumore che aiuta la concentrazione

Cosa succede mentre si crea un Mandala di Sabbia?

Apparentemente nulla, quattro Monaci stanno seduti a lavorare al Mandala per settimane, uno per ogni lato del quadrato che rappresenta l’universo, riempiendo il disegno dal centro verso l’esterno, meditando.
Un Mandala è uno strumento estremamente potente, ed è creato per portare pace ed armonia.
Nella tradizione buddista basta semplicemente visualizzare un Mandala per cambiare il proprio stato energetico e creare un forte flusso di bellezza e perfezione.

Lo scopo è di questa opera è quella di accumulare nell’opera stessa una maggiore compassione, consapevolezza un migliore senso del qui ed ora.

Tutte queste energie che vengono caricate nel Mandala dall’azione dei Monaci vengono liberate e trasmesse liberamente ad ogni essere vivente nell’ultima fase della creazione di un Mandala di Sabbia

Cosa succede quando un Mandala di Sabbia è finito?

Questa è la parte dell’insegnamento buddista più importante e tratta dell’impertinenza di tutte le cose, non importa se per completarlo ci sono volute settimane e la “non azione” di quattro Monaci.
Appena completato Il Mandala si sabbia assolve la sua vera funzione: essere distrutto.

Con una cerimonia la sabbia viene raccolta, usando fiori o speciali pennelli per poi essere versata in un corso d’acqua per sottolineare l’impermanenza di tutte le cose e il senso di non attaccamento. Nell’atto finale di versare la sabbia nell’acqua si libera la “divinità” quell’energia di compassione che si diffonde nel mondo a benefici di tutti gli esseri.

Puoi avere adesso 25 mandala e cominciare subito la tua meditazione

25 mandala da colorare pronti per te, li scarichi, li stampi, e non devi preoccuparti se sbagli qualcosa… puoi stamparlo tutte le volte che vuoi !!!

mandala di sabbia 4

Photo credit

mandala di sabbia 3

Photo credit

mandala di sabbia 13

Photo credit

mandala di sabbia 15

Photo credit

mandala di sabbia 8

Photo credit

mandala di sabbia 2

Photo credit

mandala di sabbia 14

Photo credit

mandala di sabbia 17

Photo credit

mandala di sabbia 10

Photo credit

mandala di sabbia 16

Photo credit

mandala di sabbia 7

Photo credit

mandala di sabbia 11

Photo credit

mandala di sabbia 5

Photo credit

mandala di sabbia 18

Photo credit

r3

Mandala tridimensionale, un Mandala in metamorfosi continua

Pubblicato il Lascia un commento
mandala tridimensionale nella sua forma di mondo

Nel filmato c’è qualcosa di speciale, un Mandala tridimensionale .

Un Mandala tridimensionale lo puoi toccare, lo puoi modificare con le mani seguendo i suoi movimenti che lo portano ad essere una sfera come la terra, o il cosmo, che può dividersi in due restando un unico; come il principio del non dualismo dove esistono il bene e il male, il bianco e il nero yin e yang ma sono complementari non solo opposti come nella filosofia occidentale.

Questo tipo di mandala non lo disegni su carta per colorarlo ma lo disegni, lo modifichi tenendolo in mano, toccandolo e plasmandolo.

La prima volta che ho avuto in mano un mandala tridimensionale avrò avuto 8 anni ed ero a casa di un amica di mia madre, non avevo assolutamente idea di che cosa fossa ma una volta preso tra le mani non smettevo più di “giocarci” per me era, ed è estremamente affascinante come questo tipo di mandala, il mandala tridimensionale sia in grado di cambiare forma, praticamente all’infinito restando però se stesso.

Vedo in questa capacità del mandala tridimensionale una forte metafora, una filosofia di vita.

Nel Mandala tridimensionale Tutto cambia, è nella natura delle cose, ma tutto alla fine rimane fedele a se stesso.

Ricorda che il Mandala è una rappresentazione dell’universo come viene concepito dall’induismo prima e dal buddismo poi,  una piantina dell’universo vista dall’alto, una mappa.

Si parte dal centro e al centro c’è sempre il monte Meru che rappresenta la mantagna sacra, il mezzo fisico attraverso il quale si può giungere non direttamente alla divinità ma alla sua essenza, alla sua virtù.

Questo tipo di rappresentazione si sposa con tutta la serie di mandala da colorare e anche se ha regole abbastanza precise, possiamo ritenerla una delle più libere, puoi disegnare qualsiasi mandala ti venga in mente andrà benissimo, nessuna divinità si arrabbierà per quello che disegni o per i colori che scegli.

Magari scegli un tema floreale che richiami il fiore di loto, fiore sacro e simbolo del buddismo, colora il mandala con i colori che ti piacciono!

Il Mandala tridimensionale è bello vero?

Il Mandala tridimensionale come tutti i mandala è comunque una cosa seria non un giocattolo per bambini di 8 anni e infatti mia madre dopo pochi minuti con molta gentilezza mi tolse di mano il mandala tridimensionale.

Ricordo che non me ne feci assolutamente un problema e trovai immediatamente qualcos’altro da fare.

Molto probabilmente puoi trovare un mandala tridimensionale già pronto, in filo di rame o di ottone con inserite le pietre che rappresentano i chakra.

Cerca il mandala tridimensionale nei mercatini, nelle bancarelle dove vendono incensi, dream catcher, anelli di argento o monili fatti a mano.

Oppure prova a costruirne uno da sola, io non l’ho mai fatto ma non dovrebbe essere difficile.

Significati e simbolismo del mandala tridimensionale

Oggetto ancestrale tibetano, mezzo di meditazione o rilassamento, il “Centro” mandala in sanscrito, esplora l’universo attraverso il simbolismo delle sue molteplici sfaccettature.

Ognuno di questi Mandala, tradizionali o creativi, realizzati a mano da artigiani  da oltre 30 anni, con fili di alpaca (chiamati anche argento “tedesco” argento) o ottone con pietre semi preziose o essenze naturali, è un pezzo unico.

Il Mandala (che significa “centro” in sanscrito) un antico aiuto tibetano alla meditazione o elemento di rilassamento, esplora l’universo attraverso il simbolismo delle sue molte sfaccettature.

Ognuno di questi Mandala, tradizionale o originale, plasmato da oltre 30 anni, con filo di ottone dorato alpaca (oro “tedesco” nuovo nickel) e illuminato con pietre semipreziose o essenze naturali, è un pezzo unico.

mandala tridimensionale mare
mandala tridimensionale mare
mandala tridimensionale amore
mandala tridimensionale amore
mandala tridimensionale cielo
mandala tridimensionale cielo
mandala tridimensionale genesi
mandala tridimensionale genesi
mandala tridimensionale yin-yang
mandala tridimensionale yin-yang
mandala tridimensionale terra
mandala tridimensionale terra
mandala tridimensionale tempo
mandala tridimensionale tempo
mandala tridimensionale sole
mandala tridimensionale sole
mandala tridimensionale loto
mandala tridimensionale loto

Comunque vada ti auguro una buonissima giornata

Puoi avere adesso 25 mandala e cominciare subito la tua meditazione

25 mandala da colorare pronti per te, li scarichi, li stampi, e non devi preoccuparti se sbagli qualcosa… puoi stamparlo tutte le volte che vuoi !!!

disegnare un mandala nella città proibita di Hanoi

Pubblicato il Lascia un commento
mandala-thang-long-imperial-city

Disegnare mandala in un luogo sacro

Sono in viaggio nel sudest asiatico e ricerco nuovi mandala  da proporre, qualcosa di veramente magico, raccolto dove l’energia è colorata e vivace.

Oggi disegnavo mandala nella città proibita di Hanoi, un posto che ha visto la nascita e il fiorire di un’antichissima civiltà.

Sto preparando un ebook spettacolare con i mandala che ho fotografato direttamente nel maggiore tempio del buddismo nel sudest asiatico

Mandala di That Luang – Vientiane Great Stupa

intanto che lo preparo ti lascio una foto del mio ufficio di oggi

mandala Thang Long Imperial City

Puoi avere adesso 25 mandala e cominciare subito la tua meditazione

25 mandala da colorare pronti per te, li scarichi, li stampi, e non devi preoccuparti se sbagli qualcosa… puoi stamparlo tutte le volte che vuoi !!!

La nascita di un mandala di sabbia

Pubblicato il Lascia un commento
Nascita di un mandala tibetano di sabbia

Qui vediamo la nascita di un Mandala fatto con la sabbia,

La tecnica: Piccoli imbuti di metallo per disegnare grandi Mandala tibetani

I Monaci Buddisti riempiono piccoli imbuti di metallo con granelli di finissima sabbia colorata, la pinta di questi imbuti permette il passaggio di pochi granelli di sabbia per volta.

La tecnica che i Monaci Buddisti usano per disegnare Mandala con la sabbia è appunto perquotere leggermente o grattare con un legnetto  il dorso gli imbuti, in questo modo la sabbia fluisce lentamente come inchiostro solido permettendo ai monaci di controllare il disegno di questi fantastici mandala.

I mandala nascono come forma di rappresentazione di concetti, di storie del Buddha ed è stupefacente che anche la tecnica di realizzazione diventi una fonte di meditazione, il rumore che fanno i monaci grattando i loro utensili diventa immediatamente ipnotico e rilassante e il Mandala prende vita pieno di energie positive

Puoi avere adesso 25 mandala e cominciare subito la tua meditazione

25 mandala da colorare pronti per te, li scarichi, li stampi, e non devi preoccuparti se sbagli qualcosa… puoi stamparlo tutte le volte che vuoi !!!